Periodo di riflessione

Se ha un ritardo di più di 16 giorni, la legge prescrive un periodo di riflessione obbligatorio di 5 giorni. Ciò significa che, dopo avere parlato con un medico, dovrà riflettere per almeno 5 giorni sulla sua decisione di interrompere la gravidanza. L’intervento può avere luogo a partire dal sesto giorno.

 

Le chiediamo per questo motivo di portare con sé un documento che certifichi che il periodo di riflessione di 5 giorni è stato rispettato. Sarà sufficiente una lettera del suo medico curante. Se non è possibile, il primo colloquio riguardo la sua decisione potrà avere luogo in clinica.