Domande frequenti

 

1.| Che cosa posso fare se ho fatto l’amore senza protezione o se ho avuto un problema con il preservativo?

Se questo è accaduto meno di 3 giorni fa, può acquistare la pillola del giorno dopo (Norlevo®) in farmacia o parafarmacia. Non occorre la prescrizione del medico curante. Tuttavia, la pillola del giorno dopo non offre una protezione al 100%. Se il ritardo supera la settimana, effettui un test di gravidanza. Può acquistarlo in farmacia o parafarmacia.


Se ha avuto rapporti sessuali non protetti meno di 5 giorni fa, può farsi inserire una spirale di rame nell’utero, che previene il proseguimento della gravidanza e la protegge da altre gravidanze.

 

2.| Che cosa posso fare se sono in ritardo?

Se il ritardo supera la settimana, effettui un test di gravidanza. Può acquistarlo in farmacia o parafarmacia. Se non è sicura dell’esito del test, può ripeterlo dopo una settimana. Eventualmente può fissare un appuntamento per accertare la gravidanza presso la clinica Beahuis & Bloemenhove.

 

3.| Che scelte ho in caso di gravidanza involontaria?

Se è rimasta incinta involontariamente, le possibilità sono tre.

  1. Desidera la gravidanza. In tal caso, contatti il suo medico curante o un ambulatorio ostetrico per essere seguita durante la gravidanza.
  2. La gravidanza è indesiderata e rinuncia al bambino per darlo in adozione o cerca assistenza in merito a quest’ultima. Può assisterla in tal senso il suo medico curante.
  3. La gravidanza non è desiderata e lei sceglie di abortire. In tal caso può contattare il suo medico curante, che può rinviarla alla clinica Beahuis & Bloemenhove. Può anche contattarci direttamente.

 

L’ideale è che vagli con cura le sue intenzioni e i suoi sentimenti, per prendere poi la decisione che reputa migliore. Sebbene sia lei a dover decidere, spesso fa piacere discutere il problema con qualcuno. Se non riesce proprio a decidere, può fissare un appuntamento con il suo medico curante o con la clinica Beauhuis & Bloemenhove per un colloquio.

 

4.| Fino a quante settimane di gravidanza posso sottopormi a intervento?

Alla clinica Beahuis & Bloemenhove l’intervento può avere luogo fino alla ventiduesima settimana.

 

5.| Come posso fissare un appuntamento?

Può fissare un appuntamento telefonicamente da lunedì a venerdì, dalle ore 9 alle ore 16,45. Il nostro numero di telefono è +31 23 528 98 90.

 

Se assume farmaci o se ha qualcosa da segnalare dal punto di vista medico, deve comunicarlo quando fissa l’appuntamento.

 

6.| C’è una lista d'attesa?

Generalmente l’appuntamento viene fissato nell’arco di una settimana. Se ha un ritardo di più di sedici giorni, quando fissiamo l’appuntamento dobbiamo comunque tenere conto dei cinque giorni di riflessione.

 

7.| Perché sono previsti cinque giorni di riflessione, dato che ho già riflettuto?

La legge olandese stabilisce un periodo di riflessione di cinque giorni, ossia deve riflettere per almeno cinque giorni sulla sua decisione di interrompere la gravidanza, dopo averne parlato con un medico. Il trattamento può avere luogo dal sesto giorno in poi.
Se il ritardo non supera i sedici giorni, il termine di cinque giorni previsto dalla legge non si applica.

 

8.| Posso rivolgermi alla clinica Bloemenhove anche senza il certificato del mio medico?

Se il ritardo non supera i sedici giorni, il certificato non serve.
Se il ritardo supera i sedici giorni, il certificato del suo medico o di un altro medico prova che ha riflettuto per almeno cinque giorni sulla decisione di interrompere la gravidanza. Troverà un esempio cliccando sul pulsante “Moduli”.

 

Se preferisce non rivolgersi al suo medico, può parlare con uno dei nostri medici della sua intenzione di interrompere la gravidanza. Il trattamento può avere luogo dal sesto giorno dal colloquio. In tal caso non occorre il certificato.

 

9.| Sono minorenne. Occorre il consenso dei miei genitori?

Se hai 15 anni o meno, il trattamento deve essere autorizzato da te e dai tuoi genitori. Se non puoi informare i tuoi genitori, contattaci telefonando al numero +31 23 528 98 90.
Se hai compiuto 16 anni, non occorre l’autorizzazione dei genitori.

 

10.| Che cosa devo portare in clinica?

Le chiediamo di portare un documento d’identità, come il passaporto o la patente. Ci serve anche il suo tesserino dell’assicurazione sanitaria. Se non è assicurata, ci contatti telefonando al numero +31 23 528 98 90. Le chiediamo di portare anche una camicia da notte o una lunga T-shirt, un accappatoio, pantofole, calzini, biancheria intima di ricambio, assorbenti esterni e articoli da toilette.

 

11.| Quanto dura il trattamento complessivo, inclusi la preparazione e l’assistenza successiva?

Fino alla diciassettesima settimana di gravidanza può tornare a casa già nel pomeriggio. Mediamente dovrà fermarsi in clinica 5 - 6 ore.

 

A seconda dello svolgimento dell’intervento dalla diciottesima settimana di gravidanza potrà essere dimessa nel pomeriggio o in serata. Mediamente dovrà fermarsi in clinica 8 - 10 ore.


12.| A che cosa devo prestare attenzione il giorno dell’intervento?

È importante che nelle 3 ore precedenti all’appuntamento lei rimanga a digiuno, quindi non mangi e non beva niente e possibilmente eviti di fumare. Prima delle 3 ore può fare una colazione leggera senza grassi o latticini.

 

Se assume dei farmaci, deve comunicarlo nel momento in cui prende l’appuntamento. Può comunque continuare ad assumere i farmaci come sempre, anche il giorno dell’intervento.



13.| Come si svolge il giorno dell’intervento?
All’arrivo deve registrarsi alla reception. Dopo avere compilato un questionario, incontrerà uno dei nostri medici per un colloquio e una visita preliminare. In base a un’ecografia, il medico stabilisce con precisione la settimana di gravidanza. Successivamente verrà chiamata da un’infermiera. Potrà parlare con lei della sua scelta degli anticoncezionali. L’infermiera risponderà inoltre a tutte le sue domande. Talvolta occorre effettuare un esame del sangue aggiuntivo.


L’intervento si svolge al primo piano, dove le verrà assegnato un letto. Il metodo di intervento e il tempo di osservazione variano a seconda della settimana di gravidanza. Dopo il trattamento le verranno prescritti degli antibiotici contro le infezioni.

 

Tre settimane dopo dovrà tornare in clinica per un controllo successivo. Eventualmente potrà rivolgersi anche al suo medico o al suo ginecologo.



14.| Come si svolge la visita preliminare effettuata dal medico?
Dopo avere compilato un questionario, incontrerà uno dei nostri medici per un colloquio. Il medico parlerà con lei della sua decisione di interrompere la gravidanza e della sua salute. La sottoporrà a una visita medica preliminare e, in base a un’ecografia, stabilirà con precisione la settimana di gravidanza per stabilire il metodo di intervento. Il medico la consiglierà anche sui metodi di prevenzione da utilizzare dopo l’aborto.



15.| In quale misura il peso influenza l’intervento?
Se è molto sovrappeso o sottopeso, i rischi associati alla sedazione aumentano. Se è molto sovrappeso o sottopeso, si metta in contatto con noi al numero di telefono +31 23 528 98 90.



16.| È grave se si è già praticato un aborto?
Un aborto precedente non provoca alcun problema fisico per l’intervento.



17.| Come viene eseguito l’aborto?
Fino alla dodicesima settimana di gravidanza è possibile effettuare un raschiamento in anestesia locale o sedazione. Il canale uterino è sottoposto ad anestesia attraverso la vagina e leggermente dilatato. Si inserisce quindi un tubicino sottile per aspirare i tessuti. Talvolta è necessario assumere compresse di prostaglandina alcune ore prima dell’intervento per rendere più morbido il collo dell’utero.


A partire dalla tredicesima settimana di gravidanza, il collo dell’utero deve essere dilatato maggiormente e il feto deve essere rimosso mediante strumenti. Si procede quindi alla pulizia dell’utero mediante raschiamento. È necessario assumere compresse di prostaglandina alcune ore prima dell’intervento per rendere più morbido il collo dell’utero.

A partire dalla diciottesima settimana di gravidanza, durante il giorno sarà sottoposta a somministrazione di farmaci che rendono più morbido il collo dell’utero e provocano una certa dilatazione. Nel pomeriggio si effettuerà l’aborto, con la dilatazione del collo dell’utero e l’eliminazione strumentale del feto. Successivamente si opererà la pulizia dell’utero con raschiamento.

 

18.| Si utilizza un’anestesia generale, un'iniezione epidurale o un’anestesia locale?

Non si utilizza l’epidurale. Fino alla diciassettesima settimana di gravidanza può scegliere tra l’anestesia locale e una sedazione (narcosi breve), ma dalla diciottesima settimana il trattamento avviene sempre sotto sedazione.

 

Dopo un intervento in sedazione non si può guidare l’auto, la moto, il motorino o la bicicletta per 24 ore.

 

19.| L’intervento è doloroso?

Durante l'intervento in anestesia locale, non sarà addormentata e sentirà ciò che sta accadendo. Il livello di dolore durante l’intervento varia da una donna all’altra. Dopo il trattamento, generalmente si verificano dei crampi paragonabili a forti dolori mestruali.

 

Nel trattamento in sedazione, sarà sottoposta a somministrazione di un sonnifero e un analgesico mediante flebo. Durante la sedazione sarà addormentata e non noterà nulla del trattamento. Si sveglierà solo quando questo è terminato. Seguono una leggera sonnolenza e talvolta vertigini.

 

20.| Il mio partner o il mio accompagnatore/la mia accompagnatrice può essere presente durante l'intervento?

Il suo partner o l’accompagnatore/l’accompagnatrice può invece essere presente al colloquio e alla visita preliminare del medico e al colloquio integrativo con l’infermiera. Chi l’accompagna può recarsi brevemente con lei in reparto. La persona non possono essere presenti durante l’intervento.

 

21.| Quali possono essere le complicazioni?

La possibilità che si verifichino complicazioni durante o dopo l’intervento è minima e aumenta con l’avanzamento della gravidanza. Tra le possibili complicazioni figurano emorragia eccessiva o danni all’utero. In tal caso, può essere necessario un ulteriore trattamento presso un ospedale generico della nostra regione, con cui abbiamo un accordo di collaborazione (< 0,2%).

Può inoltre accadere che la gravidanza non si sia interrotta o che nell’utero siano rimasti dei tessuti residui. In questo caso, il medico può decidere che è necessario un trattamento farmacologico aggiuntivo o un raschiamento.

 

22.| A che cosa devo prestare attenzione durante i giorni dopo l’intervento?

Dopo il trattamento le vengono prescritti degli antibiotici per prevenire infezioni. Se dopo il terzo giorno ha più di 38 oC di febbre, ci contatti telefonicamente al numero +31 23 528 98 90. Al di fuori dell’orario d’ufficio, siamo reperibili tramite il servizio medico al numero di telefono 0900-1515 o, dall’estero, +31 35 692 92 23.

 

Se dopo l'intervento il seno è teso e dolorante, può assumere un analgesico, come Paracetamolo, Advil, Ibuprofene o Aleve. L’eventuale montata lattea può essere inibita. Non prescriviamo questi farmaci in modo automatico per via degli effetti collaterali. A questo scopo può rivolgersi al suo medico.

 

Non può avere rapporti sessuali nelle prime due settimane dopo il trattamento. Nello stesso periodo non può neppure utilizzare assorbenti interni, nuotare né fare il bagno. Può invece fare la doccia.

 

23.| Emotivamente l’aborto mi spaventa molto. Posso condividere la mia esperienza con qualcuno?

Se non si sente sicura o fa fatica a prendere una decisione, può contattare il FIOM, un istituto che presta assistenza per le gravidanze non programmate. Per trovare un indirizzo nelle vicinanze, consulti il sito www.fiom.nl. Il giorno del trattamento, prima dell’intervento può parlare a lungo con una delle infermiere.

 

24.| L’aborto ha conseguenze negative per una futura gravidanza?

In generale, l’aborto non ha conseguenze negative sulle gravidanze successive. La mestruazione successiva sarà circa 4 - 6 settimane dopo l’aborto.

 

25.| Per quanto tempo non posso avere rapporti sessuali dopo l’aborto?

Non può avere rapporti sessuali nelle prime due settimane dopo il trattamento. Nello stesso periodo non può neppure utilizzare assorbenti interni, nuotare né fare il bagno. Può invece fare la doccia.

 

26.| Posso fare inserire la spirale dopo l’aborto?

Fino a circa la quindicesima settimana di gravidanza può fare inserire la spirale dopo il trattamento. Per la tariffa aggiornata per l’inserimento della spirale può mettersi in contatto con noi.

 


27.| I costi dell’aborto sono coperti dalla mia assicurazione sanitaria?

Se non è residente nei Paesi Bassi, le spese del trattamento sono a suo carico. La tariffa dipende dalla settimana di gravidanza. Per i prezzi aggiornati può mettersi in contatto con noi.

 

Se è residente o lavora nei Paesi Bassi, l'intervento è gratuito e i costi sono totalmente rimborsati dal Ministero della Sanità, del Benessere e dello Sport. Non è necessario informare la sua assicurazione sanitaria e non è prevista alcuna franchigia (contrariamente a quanto avviene per l'aborto in ospedale).

Per stabilire se ha diritto a un rimborso, ci occorrono la sua polizza dell’assicurazione sanitaria o il suo tesserino assicurativo. Le chiediamo inoltre di portare con sé un documento d’identità valido, come il passaporto o la patente.

 

28.| Come viene tutelata la mia privacy? Non voglio che il padre biologico, il mio partner o la mia famiglia lo vengano a sapere.

Trattiamo in modo molto riservato i dati personali e forniamo informazioni a parenti o conoscenti solo con la sua autorizzazione esplicita. Ad esempio, se sa che un parente o un/una amico/a che deve essere informato telefonerà, deve segnalarlo alla reception.