Dilatazione ed evacuazione (D&E) e D&E con preparazione con prostaglandina

Dopo la dodicesima settimana di amenorrea, talvolta l’intervento è preceduto da un trattamento preliminare con prostaglandina. La D&E è un metodo di rimozione strumentale del feto, seguita dal raschiamento. Per poter accedere con gli strumenti, è necessario un trattamento preliminare in funzione delle settimane di gravidanza.

 

Dopo la diciottesima settimana di amenorrea, è sempre necessario un trattamento preliminare per ammorbidire la cervice e per iniziare la dilatazione. Si somministra alla donna misoprostolo (Cytotec®) per via orale o vaginale e il naproxene come analgesico.

 

Dopo la ventesima settimana di gravidanza, il medico può decidere che occorre un ulteriore trattamento preliminare sotto PSA. Durante questo trattamento si rompono le acque e si tagliato il cordone ombelicale. Dopo circa 6 ore si pratica l’aborto strumentale.

 

Fino alla diciassettesima settimana di amenorrea, la donna può scegliere fra un’anestesia locale o una PSA (sedazione procedurale e analgesia, definita anche anestesia leggera). A partire dalla diciottesima settimana di amenorrea si pratica sempre la PSA.

 

Se l’interruzione di gravidanza avviene nel secondo trimestre, la donna non può guidare nelle 24 ore successive all’intervento.