Svolgimento del giorno dell’intervento

Il giorno dell’intervento potrà assumere, fino a 3 ore prima dell’appuntamento, una colazione leggera senza grassi e senza latticini. Dopo non dovrà più mangiare e bere nulla e dovrà preferibilmente evitare di fumare.

 

La clinica è aperta a partire dalle ore 7,45. È possibile parcheggiare sul retro del complesso. All’arrivo può presentarsi alla reception. Se vuole usufruire dei bagni per darsi una rinfrescata, chieda le chiavi dei bagni alla reception.

 

Dopo aver compilato un questionario, verrà chiamata da un medico per un colloquio. Sulla base di una visita preliminare e un'ecografia il medico stabilisce con precisione la settimana di gravidanza. Se desidera vedere l’ecografia o ricevere una copia della foto dell’ecografia, dovrà comunicarlo al medico prima dell’esame.

 

Successivamente verrà chiamata da un’infermiera. Se qualcosa della procedura non le è chiaro, potrà chiederle spiegazioni. Potrà inoltre richiedere un colloquio aggiuntivo se si sente incerta o se ha difficoltà a prendere una decisione. Potrà parlare con l’infermiera anche della sua scelta relativa agli anticoncezionali.

 

Se non conosce il suo gruppo sanguigno e il suo fattore RH, provvederemo noi ad identificarli. Poiché è molto importante conoscere il fattore RH in caso di interruzione della gravidanza, dobbiamo sapere se questo è positivo o negativo. A seconda delle settimane di gravidanza, se il fattore RH è negativo somministriamo un'iniezione di anticorpi a intervento avvenuto. Se ha superato la diciassettesima settimana di gravidanza, controlliamo anche il tasso ematico (Hb).

 

Dopo le pratiche amministrative alla reception, sarà accompagnata al primo piano, dove si svolgerà l'intervento.

 

Il suo partner o l’accompagnatore/l’accompagnatrice può invece essere presente al colloquio e alla visita preliminare del medico e al colloquio integrativo con l’infermiera. Chi l’accompagna può recarsi brevemente con lei in reparto. La persona non possono essere presenti durante l’intervento.

 

Fino alla dodicesima settimana di gravidanza si può praticare un raschiamento e dalla tredicesima settimana un aborto strumentale.

 

L’interruzione della gravidanza fino alla diciasettima settimana è di tipo ambulatoriale. A seconda della settimana di gravidanza, la permanenza media in clinica è di cinque o sei ore. Potrà scegliere fra l’anestesia locale o una sedazione (narcosi breve). Per lo più dovrà prendere un farmaco preparatorio prima dell'intervento, per ammorbidire l'utero. A seconda della settimana di gravidanza l'intervento può variare da 10 a 20 minuti.

 

Fino alla quindicesima settimana di gravidanza, subito dopo l’aborto potrà essere inserita la spirale.

 

Dovrà rimanere in osservazione circa due o tre ore. Dopo l'intervento, riceverà qualcosa da mangiare e da bere.

 

L’interruzione della gravidanza dalla diciottesima alla ventiduesima settimana richiede una sedazione. Per l’intervento occorre una preparazione più lunga. Durante il giorno sarà sottoposta a somministrazione di farmaci per ammorbidire la bocca dell'utero. Normalmente l'intervento ha luogo nel pomeriggio. A seconda dello svolgimento dell’intervento potrà essere dimessa nel pomeriggio o in serata.

 

Dopo un raschiamento in anestesia generale o dopo un aborto nel secondo trimestre, non potrà guidare per 24 ore.